Abbiamo parlato di cosa chiedere al fiorista durante il primo appuntamento per capire se lei/lui è il professionista per noi, oggi entriamo nel merito del preventivo dei fiori di matrimonio.

Naturalmente quando ci si reca dal fiorista dovrete già avere le idee chiare su quanto sarete disposti a spendere in modo da poter redigere insieme al vostro floral designer una scaletta di priorità.

Tulle e confetti - domande da porre al fiorista - Alchimie floreali

Detto questo ci sono alcune domande jolly che potrete fargli per costruire insieme il preventivo dei fiori di matrimonio:

1. Il preventivo sarà stilato con le singole voci o a corpo?

Senza dubbio lo scoprirete presto! Qui, ogni fiorista ha una propria idea. Un preventivo a corpo, non dà possibilità agli sposi di essere gestito.

Un preventivo stilato con le singole voci, permette agli sposi di raggiunere il giusto compromesso tra “quel che vorrei” e “budget”. A volte basta rinunciare a qualche panca della chiesa o a una composizione meno importante per trovare la soluzione ottimale.

2. Il preventivo ha il prezzo bloccato o a “consuntivo” potrebbe aumentare?

Questa è una domanda che nessuno pone… con sorprese finali sgradevolmente inaspettate (ho visto preventivi che si sono triplicati). Personalmente ritengo corretto che il prezzo sia bloccato. Eventuali cambi di prezzo, devono essere giustificati da situazioni eccezionali (ve la ricordate l’eruzione del vulcano in Islanda? I prezzi dei fiori schizzarono alle stelle, perché il traffico aereo era bloccato) e approvati dagli sposi.

Tulle e confetti - Il preventivo dei fiori di matrimonio - Alchimie floreali

3. Nel preventivo è incluso l’allestimento e la “mise en place” delle composizioni?

Talvolta si dà per scontato che sarà il fiorista a mettere in tavola il centrotavola, o le altre composizioni. Verificate che questo avvenga: la cura nel mettere in tavola una propria creazione (come saper far fronte ad un imprevisto) non è certo la stessa che può darvi un cameriere.

Verificate che il servizio sia incluso.

Non sottovalutate neanche la differenza tra ritirare bottoniere e bouquet in negozio e un fiorista che le appunta personalmente sul sagrato della chiesa, e consegna il bouquet nelle mani dello sposo, poco prima dell’arrivo della sposa, senza che sia stato maneggiato da più persone, spostato, appoggiato, ecc…

4. Può darmi dei suggerimenti per risparmiare un po’?

Il fiorista sarà in grado di illustrarvi quali sono i fiori di stagione o quelli più adatti ad ottenere un gran effetto a fronte di una spesa contenuta (rispetto ad altri). O valutare quali composizioni sono “necessarie” e quali “eliminabili”, perché poco visibili o meno importanti.

Tulle e confetti - Il preventivo dei fiori di matrimonio - Alchimie floreali

5. Nei fiori, c’è differenza di prezzo a seconda della scelta di un colore?

. Ci sono colori come il blu e l’azzurro, che non si trovano se non in pochissimi fiori, solitamente costosi. Anche sfumature di colore particolari, presenti in pochi fiori, ne alzano il prezzo. Quindi ci sarà molta differenza tra un preventivo di allestimento in color rosa confetto e un preventivo in color cipria-corallo. Quando farete predisporrete il preventivo dei fiori di matrimonio dovrete sicuramente tenerne conto.

Queste le domande base per non essere impreparati. Presto tanti altri suggerimenti.

 

Post by Alchimie Floreali

Tutte le foto sono di Marco Rambaldi Photographer

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *