Eccoci giunti all’incontro con il fiorista per avere un preventivo per l’allestimento del matrimonio… è un momento importante: il fiore “veste” un matrimonio, definisce lo stile e crea atmosfera, ma cosa chiedere al fiorista ?

alchimie floreali - cosa chiedere al fiorista - tulle e confetti

Il nostro primo suggerimento è di prendere un appuntamento, affinché il fiorista possa dedicarci il tempo necessario per ascoltarci, farci delle proposte e definire con noi un progetto floreale sul quale poi stilerà il preventivo.

Dando per scontato che abbia la data disponibile…. ecco cosa chiedere al fiorista:

1. Per la mia data, ha altri matrimoni da realizzare? Posso chiedere un’esclusiva? Ha un costo?

Un professionista sa bene quanti matrimoni può realizzare in un giorno o un weekend, in base alle sue capacità, alla presenza o meno di un team, e/o al tipo di matrimonio (più o meno impegnativo o decisamente faraonico). E’ evidente che se si richiede l’esclusiva, bisognerà mettere in conto che venga richiesto un sovrapprezzo.

2. Da quanto tempo realizza allestimenti per matrimonio?

Sapere che tipo di esperienza ha la persona che avete davanti è fondamentale. E’ un neofita e voi siete le sue prime cavie? Ha comprovata esperienza e un sito in cui vedere come lavora? Chiedete conferma che le foto che vi vengono mostrate siano sue realizzazioni e non immagini prese da internet!

3. Per gli allestimenti, ha già pronti dei pacchetti o personalizza in base al gusto, scelte floreali, e stile degli sposi?

Se il vostro obiettivo è trovare la migliore offerta, sicuramente il fiorista che propone pacchetti standard è la persona giusta per voi.

Ma se al contrario, volete un allestimento che “parli di voi”, che sia in linea con lo stile e i colori scelti, è opportuno che troviate un professionista che curi i dettagli, vi aiuti nel definire nuanches di colori e coerenza di stile. Che realizzi per voi un progetto floreale personalizzato tagliato su misura per voi.

Tulle e confetti - cosa chiedere al fiorista - Alchimie floreali

4. Posso portare le composizioni della chiesa al ricevimento?

Salvo un’indicazione specifica del parroco che chieda di toglierle, solitamente tutte le composizioni sugli altari, rimangono alla chiesa.

Possono essere portate via le composizioni esterne alla chiesa e quelle sulle panche.

5. Possiamo fare un sopralluogo insieme alla location?

Sicuramente, se avete piacere di allestire anche la location e non solo i tavoli del pranzo/cena o le tavole del buffet, un sopralluogo con il fiorista è consigliabile. Potrà suggerirvi quali punti sono più adatti o necessitino di un addobbo floreale. Verificate se un sopralluogo del genere, è già previsto in  preventivo…

6. I vasi utilizzati negli allestimenti e nei centrotavola, li possono prendere gli ospiti?

Dipende dagli accordi presi con il fiorista: solitamente sono da considerarsi a noleggio. Questo vuol dire che in caso di rottura (anche da parte del personale del catering), o nel caso ne venissero a mancare, gli sposi si fanno carico del rimborso al fiorista.

Tulle e confetti - centrotavola lattina recupero - Alchimie floreali

Con il fiorista si può concordare (ovviamente ha un costo differente) che i vasi rimangano agli sposi i quali li possono regalare agli ospiti.

Golosi di altri consigli sull’organizzazione del vostro matrimonio? Vi rimandiamo a questo post! e per saperne di più su ” cosa chiedere al fiorista ” seguiteci!

A presto

 

Post di Alchimie floreali.

Tutte le foto sono di Marco Rambaldi Photographer

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *