Come deve comportarsi la moglie di un calciatore?

La moglie di un “calciatore” sa di non potersi rilassare nemmeno dopo il triplice fischio che segna la fine della partita.

Le regole che, volente o nolente, disciplinano la sua vita, infatti, non attengono soltanto al tristissimo menù della domenica (rigorosamente pasta in bianco, bresaola e grana) o al rispetto della cabala che dovrebbe assicurare la vittoria (anche perchè, notare bene: mica si vince tutte le domeniche – anzi!).

Esiste un contegno cui solo eccezionalmente si può venire meno e Lui (che giochi nel Real Madrid o in una squadra di terza categoria, non fa differenza) te lo farà capire molto, molto presto.. anzi subito, perché mica può permettersi di fare “certe figure” con la società e i compagni.

come deve comportarsi la moglie di un calciatore? Tulle e confetti

Ve lo dico: se mai doveste innamorarvi di un ragazzo che gioca e vive di calcio, mettetevi in testa che il vostro esordio al campo sportivo potrebbe essere ben più importante della “cena per farli conoscere” a casa dei suoceri.

Ma veniamo alla condotta da tenere. Normalmente, si richiede di:

  1. evitare di commentare la prestazione della squadra alla presenza dei giocatori o dei loro parenti;
  2. evitare, almeno in pubblico, di “coprirsi di ridicolo” con domande stupide sul fuorigioco o chissà quale altra regola o episodio del match;
  3. in caso di rapporti tesi con la società, evitare di mostrarsi contrariate o di fare polemica (peggiora solo la situazione!)

Quando si perde, la “sensibilità” e il buon senso dovrebbero suggerire di astenersi da commenti e domande non soltanto in pubblico ma anche in privato. Quando si perde (per non parlare di quando si perde male o una partita che conta) non si ha (sempre secondo lui) voglia di ridere e scherzare e vige il divieto di un aperitivo in compagnia.

Se, poi, sei fidanzata o sposata con un difensore (come nel mio caso) indipendentemente dal risultato potresti dover capire che il motivo del malumore è che “si, ok, abbiamo vinto.. ma hai visto che goal che abbiamo preso?”  (evito perciò di raccontare quella volta in cui mio marito è stato espulso e punito con ben tre turni di squalifica..).

Se, invece, il tuo Lui fa il Bomber di professione, è chiaro (si fa per dire) che vincere senza segnare non lo renderà comunque soddisfatto.

come deve comportarsi la moglie di un calciatore? Tulle e confetti 2

In ogni caso, per essere onesti, in casa Rovegno-Virzì i commenti sulla prestazione della squadra da parte della sottoscritta ovviamente si sprecano e qualche volta mi sono temerariamente spinta oltre il limite consentito, con affermazioni del tipo:“Avete finito di fare schemi da calcio d’angolo, che non siete in grado e non ve ne viene uno??”

(Ai Ragazzi della Voltrese che mi leggono: non prendetevela, anzi.. fatemi un goal su schema che non lo dico più.. ma soprattutto, mi raccomando.. non ditelo al Mister!)

come deve comportarsi la moglie di un calciatore? Tulle e confetti 1

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *