Anima gemella tulle e confetti 2

L’anima gemella è il fine a cui tende ogni rapporto amoroso.

“E’ la persona giusta per me?” “E’ la mia anima gemella?”, “Il nostro rapporto durerà?”. Queste sono le tipiche domande dei fidanzati che, per credenza o per gioco, e spesso di fronte al grande passo del matrimonio, vogliono cercare conferma della loro scelta negli astri.

Molte altre volte, invece, l’astrologo viene interpellato per dare conforto ad un rapporto non ancora nato, solo sperato, o prematuramente interrotto: “ Mi ama?”, “E interessato/a a me?”, “Mi vuole ancora bene?”.

Non possono essere di certo fatte generalizzazioni che valgano per tutte le persone e, tantomeno, per tutte le coppie, tante e tali sono le variabili che intervengono in ogni singolo rapporto.

Ma, anche se è pericoloso ed inopportuno abbandonarsi a facili generalizzazioni, possiamo cercare di dare alcune “regolette”, che possono orientare tanto coloro che sono già coppia, tanto chi è alla ricerca della propria “altra metà”.

La prima questione riguarda la compatibilità tra due persone in base al segno c.d. “solare”.

Per chi non lo sapesse, si dice solare il segno zodiacale ove si trova il Sole al momento della nascita: ad esempio, i nati tra il 22 Dicembre ed il 20 Gennaio hanno il Sole nel segno del Capricorno per cui, si dice banalmente, “sono” del segno del Capricorno; i nati tra il 21 Marzo ed il 20 Aprile “sono” del segno dell’Ariete perché il Sole, in quel periodo, transita nel segno dell’Ariete, e così via.

La domanda circa l’affinità tra i segni solari di due persone è, in altre parole, quella che si pone il 99% delle persone, spesso senza andare più in là.

Verrebbe da rispondere che il segno solare (Toro, Leone, Bilancia, ecc) è solo un elemento dei molteplici che compongono l’oroscopo personale: oltre al Sole infatti ci sono altri pianeti – almeno nove – e i loro aspetti, la domificazione, i nodi lunari, ecc., ecc. Dunque, non si possono dare risposte definitive, sul destino di una coppia di persone, in base solo a questo dato.

Nondimeno, la mia personale esperienza mi ha insegnato che anche la sola conoscenza del segno solare può dare molte indicazioni.

Una prima osservazione è la seguente: raramente le coppie più “riuscite” sono composte da persone nate sotto lo stesso segno.

Qualcuno storcerà subito il naso di fronte a questa provocazione: vi diranno che non è vero, che nell’uomo bisogna guardare la posizione del Sole mentre nella donna quella della Luna…. e sicuramente queste affermazioni hanno una parte di fondamento (che scopriremo nelle prossime puntate).

Sta di fatto, tuttavia, che l’esperienza è chiarissima nel mostrarci come le coppie più “durature” siano composte da persone che hanno il Sole in segni DIVERSI.

La spiegazione è molto semplice: il Sole rappresenta l’Io vitale, la prima Fonte di energia, la consapevolezza di sé. Due persone con i “Soli” sovrapponibili (perché nate nello stesso segno zodiacale) hanno in comune un principio, un sentimento dell’Io, un modo di vivere la vita cosciente (essendo la vita inconscia riservata alla Luna) che è lo stesso perché legato alla simbologia stagionale del loro giorno di nascita.

Questa somiglianza (che si riscontra anche in persone dal comportamento apparentemente molto differente) aiuta certamente l’accordo iniziale e la reciproca comprensione: si tratta di persone che hanno un tratto caratteriale comune molto forte e che perciò facilmente entrano in sintonia e si capiscono. Alla lunga, però, questa base comune nuoce al rapporto, poiché persone dal carattere simile finiscono per interferire l’una con l’altra. E poi, come mi sono sentito dire più volte, la cosa più insopportabile, per una persona, è trovare nel compagno/a i propri stessi difetti.

Certamente ci sono delle eccezioni virtuose, che variano in ragione del segno interessato e delle sue caratteristiche intrinseche: una coppia del Capricorno, pur nella rispettiva intransigenza caratteriale, ha margini di resistenza e di durata maggiori rispetto ad altre per la innata capacità del segno di saper “incassare” e per quell’autonomia ed indipendenza che ogni esponente del segno in questione tende a conservare rispetto ai propri simili. Allo stesso modo, la “conservatrice” Bilancia tenderà alla mediazione con il partner dello stesso segno in nome dei principi di rispetto reciproco e di “mantenimento” dello status quo…. Ma il dato che vi ho riferito è ciò che emerge da una semplice e basilare indagine (che potete fare anche voi, rivolgendo qualche domanda alle coppie di vostri amici e conoscenti).

Nelle prossime puntate esamineremo invece le più efficaci (e curiose) compatibilità tra i segni solari, il ruolo dell’Ascendente e quello della Luna.

Alla prossima!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *